Mirto

Oggi vi spiego come fare il mirto, il liquore tradizionale sardo, lo conoscete?

Come fare il mirto, il tipico liquore sardo.

Come fare il mirto, il tipico liquore sardo.

Oggi voglio parlarvi del mirto, liquore tradizionale sardo e di come lo facciamo in casa.

Le ricette sono innumerevoli e ogni famiglia ha la sua come in tutti i prodotti tradizionali.

Io ho cercato di riportare in dosi il “a occhio” di mia mamma non è stato facile e ho dovuto assaggiare tanto 😀

 

Come fare il mirto, il tipico liquore sardo.

Come fare il mirto, il tipico liquore sardo. Ve lo spiego subito nella scheda ricetta 

Mirto
Preparazione
1 h
Cottura
20 min
Tempo totale
1 h 20 min
 

Vi serviranno dei barattoli a chiusura ermetica  Una pentola capiente Un canovaccio pulitissimo o garze sterili. Un colapasta capiente Un torchio

Piatto: Drinks
L'ha preparata: Ileana Conti
Ingredienti
  • alcool a 90° o  Filuferru
  • Bacche di Mirto
  • q.b. acqua
  • q.b. zucchero
Istruzioni
  1. Pulire le bacche da ogni impurità, foglie ramoscelli etc.

    Come fare il mirto: pulire le bacche
  2. Riempire il o i barattoli con le bacche di mirto e coprirle completamente con l'alcool o il Filuferru.
    Come fare il mirto: pulire le bacche
  3. Lasciare macerare almeno qualche mese in luogo fresco e buio avendo cura di girare e agitare i barattoli ogni tanto.
  4. Come fare il mirto: lasciare macerare alcuni mesi
  5. Quando il tempo di macerazione sarà passato preparare uno sciroppo fatto con zucchero e acqua nella proporzione di 1 a 4 quindi  ad esempio 1 kg di zucchero per 4 l d'acqua e fatto cuocere a fuoco lento per circa 20 minuti. 

  6. Mentre lo sciroppo torna a temperatura ambiente preparare dei contenitori e un grosso colapasta ricoperto da un canovaccio o tovagliolo pulitissimo senza residui di detersivo oppure molti strati di garza sterile.
  7. Versare le bacche e il loro liquido sul contenitore filtrando in questo modo l'essenza.
  8. Le bacche rimaste sul filtro andranno passate al torchio per ottenere altra essenza (si può fare anche con uno schiaccia patate ma è più laborioso e faticoso).

  9. Io ho ottenuto 2, 8 litri di essenza e li ho miscelati con 2 litri di sciroppo per ottenere il Mirto così come piace a me.
  10. Travasare in bottiglie che andranno conservate in luogo fresco e buio o in frigo.

Le bacche avanzate potete conservarle  in freezer e usarle per insaporire marinature per la carne. Stesso discorso per le foglie, non le buttate, daranno un profumo intenso e molto piacevole alle vostre carni.

Se avete domande o curiosità contattatemi via email o sui miei profili social. Vi risponderò nel più breve tempo possibile.

Se volete vedere altre ricette della tradizione sarda potete dare un’occhiata alla sezione Cucina Sarda.

 

Vi ricordo che nel Ricettario potrete trovare tutte le portate e le sezioni speciali come la Cucina Sarda o le Preparazioni di base, le curiosità le utilità e tanto altro.

Ora vi saluto e vi ricordo che per qualsiasi dubbio, perplessità o domande sono qua, potete lasciare un commento o  scrivermi una mail:

info@ileanaconti.com

cucinapergioco@gmail.com

 

Mi trovate anche su

Facebook con la pagina di Ileana Conti ♥ CucinaperGioco Foodblog

Facebook il mio profilo Ileana Conti



Cinguetto di tutto un po’ sul mio profilo Twitter

 

Ilana Conti – Cucina per gioco su Instagram

 

Pinterest

https://it.pinterest.com/cucinapergioco/

 

Su Google + mi trovate come Ileana Conti ♥ CucinaperGioco Foodblog

 

Linkedin

Ileana Conti

 

Un piccolo canale su You Tube

Ileana Conti ♥ CucinaperGioco FoodBlog

 

 

Con questo dolce che è uno dei miei preferiti anche per il suo significato partecipo al Giveaway di Dolcizie, Sara sono felice di essere donna Re-Cake.