Is zippuas, le zeppole sarde

Oggi parliamo di Sardegna e di carnevale e de Is zippuas, le zeppole sarde.

Nel campidano i dolci tipici di carnevale sono due: Is Paraffrittus e Is Zippuas,o zippulas.

I primi, chiamati anche Frati Fritti perché la striscia bianca ricorda il cordone del saio dei frati, prevedono una doppia lievitazione.

Le seconde hanno un impasto molto più idratato, prevedono una lievitazione e hanno forma più irregolare (alcuni le fanno a forma di salsicciotti utilizzando un imbuto) e non hanno zucchero nell’impasto.. 

Oggi prepariamo proprio queste 🙂

A mio parere, nonostante prevedano una sola lievitazione sono più difficili da fare in quanto più idratate per cui risulta arduo ottenere una buona incordatura. Certo è che rispetto a quando si lavoravano unicamente a mano non possiamo lamentarci.

Un impasto molto idratato che a differenza de is parafrittus contiene patate Possono essere preparate col lievito madre o col lievito di birra. Nel caso si usi il lievito di birra fresco questo andrà sciolto in parte del latte previsto dagli ingredienti e precedentemente intiepidito. In caso di lievito di birra disidratato o lievito madre secco potrete miscelarli direttamente con la farina utilizzata. Si può tranquillamente diminuire la quantità di lievito e allungare i tempi di lievitazione Mi sono spinta sino al minimo di lievito e fatto maturare l’impasto in frigo e il risultato è ottimo.

Il segreto per dargli la forma a ciambella è quello di prendere l’impasto con le mani bagnate. Noi utilizziamo uno sciroppo di acqua, zucchero e arancia.

Troverete tutto nella ricetta comunque.

Per dubbi, perplessità o curiosità potete lasciarmi un commento o contattarmi via mail o su facebook o sugli altri social.

Il procedimento è per planetaria. Per il procedimento a mano potete seguire lo stesso ordine di inserimento ingredienti e lavorare come se steste scavando una buca con le mani. Buon divertimento 🙂

P.s. Anche questa ricetta come quella de is parafrittus e parafrittus impastati a mano viene direttamente dal quadernetto di mia mamma, Rita Pittau <3 e, così come il costume da cappuccetto rosso che si intravvede nelle foto, è tutta roba sua.

 

Zippuas, zeppole sarde di carnevale

Is zippuas, le zeppole sarde

 

 

Is zippuas, le zeppole sarde
Preparazione
1 min
Cottura
30 min
Tempo totale
33 min
 
Dolce tipico del carnevale sardo. Un impasto molto idratato che a differenza de is parafrittus contiene patate. Possono essere preparate col lievito madre o col lievito di birra. Nel caso si usi il lievito di birra fresco questo andrà sciolto in parte del latte previsto dagli ingredienti e precedentemente intiepidito. In caso di lievito di birra disidratato o lievito madre secco potrete miscelarli direttamente con la farina utilizzata. Si può tranquillamente diminuire la quantità di lievito e allungare i tempi di lievitazione. Mi sono spinta sino al minimo di lievito e fatto maturare l'impasto in frigo e il risultato è ottimo.
Porzioni: 40 porzioni
L'ha preparata: Ileana Conti
Ingredienti
  • 1 kg farina
  • 4 uova
  • 500 ml latte
  • 6 g lievito di birra disidratato 20 g lievito madre secco o 25 g lievito di birra fresco sciolto in parte del latte previsto dagli ingredienti
  • 2 patate bollite lasciate intiepidire, pelate e schiacciate bene con la forchetta
  • 1 cucchiaio strutto o burro
  • 5 pistilli zafferano o una bustina di zafferano in polvere
  • 1 arancia il succo e la buccia grattugiata
  • 1 limone il succo e la buccia grattugiata
  • 1 bicchierino acquavite
  • 1 bacca vaniglia i semini
per friggere
  • qb olio di semi di girasole
  • 300 ml acqua
  • 4 cucchiai zucchero
  • 1 a arancia la buccia ben lavata e asciugata.
Istruzioni
  1. Lavorare i tuorli con in latte ( se usate il lievito di birra fresco tenete da parte un po'di latte, sciogliete il lievito e lo aggiungerete dopo la farina), la buccia di arancia e limone e i semini della bacca di vaniglia. Pian piano aggiungere la farina miscelata con il lievito se usate lievito di birra secco o madre secco. Unire lo zafferano, le patate e il succo di arancia e limone. Incordate e unite lo strutto o il burro. Montare gli albumi a neve ferma. Unirli piano piano all'impasto, a seconda della consistenza tutti o una parte. Aggiungere infine l'acquavite. Portare a incordatura. L'impasto sarà comunque abbastanza molliccio. Far lievitare sino al raddoppio.
  2. Preparare uno sciroppo facendo bollire i 300 ml di acqua, i quattro cucchiai di zucchero e la buccia dell'arancia. Lasciare intiepidire. Preparare una casseruola capiente con la buccia di un arancio lavata e ben asciugata e olio per friggere. Portare l'olio a temperatura. Riprendere l'impasto che ora sarà raddoppiato. Bagnarsi le mani nello sciroppo di acqua, zucchero e arancia. Prendere delicatamente un pezzetto di impasto strozzando la parte finale. Formare una pallina per quanto è possibile. Con le dita delicatamente formare il buco centrale e allargarlo. Tuffare nell'olio ben caldo e con un bastoncino, roteando allargare delicatamente il buco. Scolare su carta assorbente e passare in abbondante zucchero semolato.

Vi sono piaciute le nostre Is zippuas, le zeppole sarde?

Fatemi sapere mi raccomando ♥

 

Vi saluto e vi ricordo che per qualsiasi dubbio, perplessità o domande sono qua, potete lasciare un commento o  scrivermi una mail: 

 

info@ileanaconti.com

cucinapergioco@gmail.com

ileanaconti@cucinapergioco.com

 

Mi trovate anche su

Facebook


https://www.facebook.com/cucinapergioco

https://www.facebook.com/ileana.conti.71

 

Twitter

https://twitter.com/cucinapergioco

 

Instagram 

https://instagram.com/cucinapergioco/ 

 

Pinterest

https://it.pinterest.com/cucinapergioco/

 

Google +

https://plus.google.com/114504542984819208401

 

Linkedin

https://www.linkedin.com/in/ileana-conti-816b7696/

 

You Tube

https://www.youtube.com/channel/UC6cyEq1wAdFeqVtXTtLpA0Q

Un abbraccio e grazie ♥