Quaglie in olio cottura su purea di rapa

Buongiornissimo e bentornati, oggi vi racconterò come si preparano le quaglie in oliocottura. Cioè vi racconterò come le preparo io in casa.

Vi ho già detto altre volte che non le mangio spessissimo ma quando le trovo buone è un po’ come tornare bambina. Le quagliette erano una delle pietanze che mamma amava preparare. Seguendo questo link potrete vedere la ricetta delle sue qugliette al forno.

Parliamo invece ora delle quaglie in oliocottura. Avete mai sperimentato questo tipo di cucina?

L’oliocottura è una tecnica che utilizza appunto l’olio extravergine d’oliva, mi raccomando quello buono,  a basse temperature e tempi lunghi. Quindi la cottura è lenta e dolce, consente di mantenere i sapori e una consistenza che io personalmente amo moltissimo.

Nel caso delle quagliette è stata abbastanza veloce ma per carni con pezzature più importanti ovviamente le tempistiche si allungano. Ho servito le quagliette con una semplice purea di rapa (stesso procedimento con il sedano rapa se lo preferite) ma potrete servirlo con qualsiasi contorno.

Quaglie in oliocottura su purea di rapa
Preparazione
10 min
Cottura
1 h
 

come preparare le quaglie con oliocottura per ottenere una carne morbida e succosa

Piatto: Secondo piatto
Cucina: Italian
Porzioni: 4 persone
L'ha preparata: Ileana Conti
Ingredienti
  • 4 quaglie
  • Abbondante olio extravergine d'oliva (tale da coprire interamente ciò che andiamo a cuocere)
  • q.b. rosmarino, aglio e salvia
  • 1 limone la buccia grattugiata finemente (facoltativo)
Per la purea di rapa
  • 200 g rapa bianca o sedano rapa se preferite
  • 400 ml latte
  • 500 g burro
  • q.b. sale
Istruzioni
Quagliette
  1. Se si ha fretta è possibile tagliare le quagliette a pezzi possibilmente seguendo le giunture, altrimenti cuocere intere.

    Riempire un tegame con l'olio estravergine d'oliva in modo che potremmo immergere completamente le quagliette.

    Portare a una temperatura di 65° C.

    Immergere le quagliette e cuocere per 45 minuti.

    Scolare.

Purè di rapa
  1. Lavare, pulire e tagliare a pezzettoni la rapa e cuocere in una pentola con il latte per 15/20 minuti. Passare col passaverdure o frullare con il mixer o frullatore a immersione. Versare in un tegame, salare, unire il burro e portare a densità desiderata.

Impiattare
  1. In un piatto versare un po' di purè di rapa, poggiare la quaglietta e grattugiare un po' di buccia di limone.

Quaglie in oliocottura su purea di rapa: la ricetta e il procedimento per prepararle a casa

Quaglie in oliocottura su purea di rapa: la ricetta e il procedimento per prepararle a casa

Spero che questa ricetta sia di vostro gradimento, la carne sarà assolutamente morbidissima e aromatica e potrete accompagnarla in alternativa a delle verdure. Qui altre ricette di Secondi Piatti.

Qualche settimana fa ho pubblicato un post su instagram, con la ricetta delle zucchine ripiene di riso. E ho accennato al fatto che faccio molta fatica a parlare di me. O meglio faccio fatica a comunicare un disagio, un disappunto o contrarietà quando qualcuno fa qualcosa che mi offende. Generalmente abbozzo o penso che c’è sicuramente una spiegazione, magari un brutto periodo, magari un po’ di superficialità o disattenzione.

Stavolta però la ferita è troppo grande e non riesco a concepire una spiegazione plausibile.

Mi son trovata mio malgrado in mezzo a una situazione incresciosa fitta di trame che beautiful gli spiccia casa, dove con  intrighi e lotte intestine per il “potere” (ma potere de che) si passa sopra anzi si calpesta amicizia; dove rapporti umani  di stima e rispetto di lunga data si crepano come quando inavertitamente un oggetto pesante colpisce una lastra di vetro.

E l’onestà diventa un optional, e la coerenza passa in secondo piano mentre chi offende, chi imbroglia, chi usa viene coccolato e riverito perchè, diciamoci la verità, fa comodo a tutti avere la legittimazione a imbrogliare.

Ergo ragion per cui ho finalmente capito che non esistono isole felici sui social ma anche il mondo bloggeresco è paese e come tale c’è gente di tutti i tipi, dai timorosi che seguono la massa agli arrampicatori sociali (fa un po’ ridere perchè non c’è proprio nulla  alla fine dell’arrampicata), chi ti lascia solo perchè ha paura dell’altrui pensiero e chi non ti lascia solo ma solo in privato così gli altri non si accorgono. Poi ci sono i pochi che rimangono nonostante tutto e nonostante tutti.

E niente questo è il motivo del mio poco frequentar i social negli ultimi periodi, questo è il motivo del mio isolamento sociale negli ultimi periodi.

Pentita? No, non credo che imbrogliare faccia per me.

Cioè se avessi problemi economici e dovessi nutrire la mia famiglia non so, magari potrei arrivare a imbrogliare.

Per ottenere 1000 follower in più o 100 commenti finti anzi 99 più un autocommento per un ingaggio che magari mi frutta 50 euro più un pacco di biscotti e due barattoli di spezie #NoGrazie

Si sta così bene quando ci si può guardare allo specchio con simpatia ♥

Finite le ciance ma un chiarimento era opportuno visto che in tanti privatamente mi chiedono. No, non ho problemi in famiglia o di salute. Sto solo per i fatti miei perchè non frequento, seppur virtualmente, persone che non si comportano in maniera corretta.

 

Ora vi saluto e vi do appuntamento alla prossima ricetta ricordandovi che, come al solito, per qualsiasi dubbio, perplessità o domande sono qua, potete lasciare un commento o  scrivermi una mail:

info@ileanaconti.com

cucinapergioco@gmail.com

 

Mi trovate anche su

Facebook con la pagina di Ileana Conti ♥ CucinaperGioco Foodblog

Facebook il mio profilo Ileana Conti



Cinguetto di tutto un po’ sul mio profilo Twitter

 

Ilana Conti – Cucina per gioco su Instagram

 

Pinterest

https://it.pinterest.com/cucinapergioco/

 

Su Google + mi trovate come Ileana Conti ♥ CucinaperGioco Foodblog

 

Linkedin

Ileana Conti

 

Un piccolo canale su You Tube

Ileana Conti ♥ CucinaperGioco FoodBlog